skip to Main Content

Traumtrailer esiste dal 2017 ed è frutto della stretta collaborazione tra Stephanie Kunzemann e Stephanie Mazzocchi-Schulze, due docenti di tedesco che condividono, oltre al nome, la stessa passione per la letteratura, le lingue e la didattica.

traumtrailer-Stephanie-Kunzemann-primo-piano

Stephanie Kunzemann

La Dr.ssa Stephanie Kunzemann si laurea in Lingue e Letteratura tedesca, italiana e francese presso l’Università Westfälische Wilhelms-Universität di Münster nel 1992.
A Münster svolge il ruolo di curatrice della biblioteca di lingua italiana. Nel 1992 si trasferisce in Italia dove, dal 1994 è docente di tedesco, prima all’Università di Cassino (1994 – 1998) poi all’Università di Tor Vergata (1998-ad oggi).

Presso l’Università di Tor Vergata tiene anche, tra il 2011 e il 2021, un corso di traduzione. Dal 2017 collabora inoltre con l’Università Internazionale (UNINT) come docente a contratto per i corsi “Lingua e Traduzione Tedesco I” e “Lingua e Traduzione Tedesco III”.

La Dr.ssa Kunzemann ha tradotto, dal tedesco all’italiano, in collaborazione con la Prof.ssa Morante, i seguenti romanzi:

  • Barbara Frischmuth: “La scrittura dell’amico” (titolo originale: “Die Schrift des Freundes”) – Voland
  • Reinhart Heinrich: “Al di là di Babele” (titolo originale: “Jenseits von Babel”) – Aracne Editrice

Con la casa editrice Voland è in corso la pubblicazione del romanzo di Manja Präkels “Quando mangiavo ciliegie sotto spirito con Hitler.” (titolo originale: “Als ich mit Hitler Schnapskirchen aß”)

La Dr.ssa Kunzemann è, insieme alla Dr.ssa Stephanie Mazzocchi-Schulze, l’ideatrice e la curatrice del sito per l’apprendimento del tedesco “Traumtrailer”. (www.traumtrailer.com)

Stephanie Mazzocchi-Schulze

Stephanie Mazzocchi-Schulze

Stephanie Mazzocchi – Schulze ha preso la Laurea in Lingua e Letteratura Italiana, Lingua e Letteratura Tedesca e Scienze Teatrali.
Vive da quasi trent´anni con la sua famiglia a Roma.

Decenni di esperienza di insegnamento presso il Goethe Institut di Berlino, Roma e varie università romane, la rendono un’esperta della materia del tedesco come lingua straniera.
Ha lavorato per 15 anni come Professoressa invitata presso l’Università Pontificia Urbaniana.
Ha tenuto corsi di formazione presso il Goethe Institut e il DAAD (Deutscher Akademischer Austauschdienst) ed è specializzata nell’uso dei media digitali nell’insegnamento delle lingue straniere.

Insieme alla sua amica e collega Stephanie K., dal 2017 è promotrice del progetto “Traumtrailer”.

Appassionata di pittura ad acquerello ha illustrato più di sessanta sogni tratti dalla letteratura.
Tutte le immagini per i trailer dei nostri sogni provengono dalla sua creatività.

La Nostra Mission

Perché il nome “Traumtrailer“?

Il nome contiene in sé riferimenti ai due aspetti fondamentali del progetto: una selezione di sogni tratti dalla letteratura classica e contemporanea, ridotti in testi lunghi esattamente 200 parole. I sogni “trailer” sono offerti agli utenti in lingua originale e tradotti in tedesco.

Qual è lo scopo didattico di “Traumtrailer”?

Gli esercizi che accompagnano il testo aiutano a consolidare aspetti fondamentali della lingua tedesca: lessico, morfologia e sintassi. Ogni sogno ”trailer” è accompagnato da un’illustrazione originale, che ne prefigura il contenuto e l’atmosfera, e da uno specifico materiale didattico costituito da immagini, audio, glossari, guide alla corretta pronuncia e da una vasta gamma di esercizi didattici interattivi. Gli esercizi sono elaborati per i livelli di principiante assoluto, A2-B1 e B2-C1. Oltre alla comprensione del testo, il nostro materiale didattico intende promuovere anche la mediazione linguistica, intese come sintesi e riscrittura del sogno in uno stile diverso e utile alla mediazione culturale. Ad esempio, uno degli esercizi proposti consiste nella traduzione del testo-sogno come se dovesse essere sinteticamente raccontato in una e-mail, al telefono o in un tweet.
In prospettiva, l’obiettivo è quello di rendere disponibile mediamente un nuovo “trailer” a settimana, in modo da motivare gli utenti ad una consultazione regolare del nostro sito.

La Nostra Vision

Come vengono scelti gli autori?

Nella nostra scelta iniziale abbiamo preferito autori moderni, ma ormai vengono proposte anche riduzioni di sogni di autori come Johann Wolfgang Goethe, Thomas Mann, Ingeborg Bachmann, Daniel Defoe, Robert Stevenson, Edgar A.Poe, E.T.A. Hoffmann, Guy de Maupassant, e molti altri. La scelta è ampia. Oltre agli autori classici e moderni stiamo raccogliendo e proponendo i sogni di autori della letteratura per l’infanzia.

Perché i testi sono sogni?

Numerosi studi specialistici e la nostra pluriennale esperienza didattica presso le Università e il Goethe-Institut di Roma, dimostrano che i sogni vengono memorizzati con maggiore facilità, perché il lessico è familiare, si sogna al presente e in prima persona singolare e perché la realtà quotidiana è manomessa. Ne consegue che il testo non è scontato e banale, bensì affascinante, inquietante, premonitorio… La letteratura è piena di sogni! Ognuno di noi sogna ed è, nell’inconscio, autore di testi, immagini, idee.

I sogni originali sono solo in italiano?

No. La nostra raccolta contiene sogni in italiano, in tedesco, in inglese, in francese, in spagnolo, in portoghese, in cinese, in giapponese, in svedese, in finlandese, in russo. Il motivo per cui prevalgono i sogni in italiano sono due: i nostri studenti sono quasi esclusivamente di madrelingua italiana e la maggior parte degli autori che ci forniscono i loro sogni vivono e lavorano in Italia.

La lingua di arrivo è solo il tedesco?

Finora sì, ma contiamo in futuro di poter offrire agli utenti del sito la possibilità di scegliere tra diverse lingue.

Il parere dei nostri studenti

Maria Rosaria

Amo imparare il tedesco con Traumtrailer!

Ho iniziato lo scorso ottobre e non avrei mai pensato che mi sarei appassionata tanto né che avrei fatto così tanti progressi nell’apprendimento di questa lingua. Imparare il tedesco con Traumtrailer lo rende diverso da qualsiasi altro tipo di corso di lingua.

Infatti, come recita il sottotitolo del blog “Träume in vielen Sprachen”, Stephanie presenta il tedesco attraverso sogni tratti da opere letterarie di autori diversi, originariamente scritti quindi in italiano, inglese, francese, e ovviamente, in tedesco. Partiamo dal testo e ne approfondiamo il lessico, lo utilizziamo in altri contesti, a volte addirittura notiamo quel nonsoché di intraducibile di cui ogni lingua è portatrice. Risaliamo alle strutture morfosintattiche delle frasi, le esercitiamo, ma senza la noia che di solito avvolge questo tipo di esercizi.

Il blog è anche arricchito da acquerelli che illustrano la situazione e che sottolineano la dimensione onirica dei testi. Questo percorso linguistico è così stimolante e coinvolgente che mi spinge poi a diventare io stessa protagonista del mio apprendimento e ad utilizzare questa bellissima lingua non solo nei sogni ma anche nella realtà.

Back To Top